S di ESG

Esg e PMI: cosa significa la “S” di ESG?

Nel mondo delle PMI, la ‘S’ di ESG sta assumendo un ruolo sempre più centrale. Questo componente, che rappresenta la sostenibilità sociale, è fondamentale per le aziende che mirano a un impatto positivo su diritti umani, equità e relazioni aziendali. In questo articolo, esploriamo in profondità cosa significa realmente la ‘S’ di ESG e come le aziende possono implementarla in modo efficace.

Sostenibilità Sociale nelle PMI: Oltre i Diritti Umani e l’Equità

La S si riferisce quindi alla parte “Sociale” della sostenibilità: riguarda i diritti umani, l’equità, le relazioni di una organizzazione aziendale con le persone.

Ma non solo: riguarda le politiche e le azioni intraprese dalle aziende che impattano sugli individui, sui gruppi e, più in generale, sulla società.

Sostenibilità Sociale nelle PMI: Guidare le Scelte Aziendali con la ‘S’ di ESG

La “S” sarà il concetto-guida da cui le imprese devono essere ispirate per porre in essere comportamenti e scelte strategiche, che salvaguardino principi etici, di giustizia e pongano attenzione e abbiano cura per il benessere delle persone, che siano dipendenti dell’azienda o stakeholders, rappresentanti del territorio in cui l’azienda opera e ha influenza.

L’azienda, consapevole di essere inserita in una realtà che purtroppo presenta molti elementi di iniquità, assume, quindi, iniziative per combattere la situazione e – se possibile – eliminare gli squilibri economici, sociali e di iniquità.

Definizione di un’Azienda ‘Sociale’ nel Contesto delle PMI

Un’azienda “sociale” non è l’azienda che si promuove sui social, bensì l’azienda che prende in attenta considerazione – nel fare le proprie scelte – l’uguaglianza tra i lavoratori, le condizioni di lavoro, i diritti umani, ma anche la qualità e sicurezza del prodotto, la trasparenza e veridicità delle informazioni sulla catena di produzione e distribuzione per il consumo.

Per perseguire gli obiettivi sociali della “S” di ESG l’azienda potrà studiare le condizioni di lavoro dei propri dipendenti e collaboratori, la qualità del luogo di lavoro in termini di efficienza organizzativa e ottimizzazione dell’uso dello spazio, le situazioni in cui le persone con cui l’azienda interfaccia subiscano situazioni inique o ingiuste, assumendosi la soluzione di almeno parte di tali problemi, facendosi promotrice fattiva attiva di interventi concreti.

Grande importanza sarà, quindi, da attribuirsi alla equa remunerazione del lavoro, alla parità di condizioni di lavoro e di carriera oltre che di compensi per il genere femminile, più in generale al rispetto della normativa che tutela i lavoratori.

Estendere l’Impatto Sociale Oltre il Luogo di Lavoro

L’azienda può anche allargare il proprio orizzonte di intervento con iniziative filantropiche e a sostegno dei propri dipendenti anche al di fuori del luogo di lavoro, per esempio tramite il finanziamento di lavori pubblici locali di interesse comune.

Anche questi obiettivi devono essere misurabili ed essere misurati per stabilire come la loro realizzazione possa contribuire a migliorare gli elementi “sociali” sopra illustrati e, di conseguenza, il buon nome del brand aziendale, quali siano gli investimenti, i costi e i ricavi derivanti da tali iniziative.

Buona parte degli elementi sociali della ESG sono già regolamentati a livello nazionale o comunitario: sicuramente un buon inizio per raggiungere i goals sociali è garantire (e comunicare all’esterno) il rispetto delle norme esistenti sul salario, sulla parità di genere, sulla sicurezza sul luogo di lavoro, sulla prevenzione dell’inquinamento del territorio, sul divieto di riduzione in schiavitù, protezione dei dati privati e le norme sul whistle blowing.

In tal modo l’azienda non avrà solo un ritorno di immagine con benefici influssi sui risultati di marketing, ma potrà verificare una riduzione dei costi e un aumento di produttività.

Oltre il Profitto: Valori e Impatto Sociale come Nuovi Indicatori di Successo

Le aziende più illuminate già sperimentano come il profitto non si valuta solo in termini di costi e ricavi, ma incarnando una finalità alta, fatta di valori, per soddisfare bisogni sociali e contribuire al benessere dei dipendenti e degli esseri umani, che abitano un certo territorio e entrano in contatto con l’azienda, come clientela o portatori di altri interessi.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *