hfdsnvufvka

Sono ammissibili i progetti d’impresa volti ad introdurre soluzioni innovative di prodotto o di servizio basate sulla transizione digitale e sostenibile, in un’ottica di promozione della digitalizzazione e di riconversione dell’attività produttiva verso un modello di economia circolare e sviluppo sostenibile, e che prevedano l’adozione di adeguate strategie commerciali e di marketing incentrate sul prodotto innovato. I progetti dovranno obbligatoriamente contemplare interventi in tutte e tre le seguenti categorie: a) TRANSIZIONE DIGITALE: ampliamento e/o ridefinizione della gamma di prodotti e/o servizi mediante soluzioni basate sulla digitalizzazione applicata al prodotto/servizio medesimo, delle quali si riporta un elenco a titolo esemplificativo ma non esaustivo:

Prodotti smart e connessi Tecnologie indossabili Digital Twin, o gemelli digitali, rappresentazioni dinamiche di oggetti fisici, sistemi, processi o persone basate su raccolta ed elaborazione di dati Visualizzazioni virtuali di prodotti e simulazioni/configurazioni Adozione di soluzioni PLM Product Lifecycle Management e sistemi di Generative Design Manifattura additiva Etichettatura intelligente per la tracciabilità Collezioni digitali esclusive per gli ambienti virtuali e il metaverso.

b) TRANSIZIONE SOSTENIBILE: ampliamento e/o ridefinizione della gamma di prodotti e/o servizi mediante soluzioni basate sulla transizione ecologica applicata al prodotto/servizio medesimo delle quali si riporta un elenco a titolo esemplificativo ma non esaustivo:

Passaggio all’uso di materiali rinnovabili di origine sostenibile Aumento della durabilità, riparabilità o riutilizzabilità del prodotto, in particolare nelle attività di progettazione e di fabbricazione Aumento della riciclabilità del prodotto Riduzione sostanziale del contenuto di sostanze pericolose nella realizzazione del prodotto Progettazione per la longevità, il cambio di destinazione, lo smontaggio del prodotto; Installazione di sistemi di gestione e monitoraggio dell’energia; Installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti a fonte rinnovabile per la produzione e la distribuzione dell’energia termica e/o elettrica all’interno dell’unità produttiva;

– Utilizzo di sistemi per l’autoconsumo di energie rinnovabili come l’energia solare, eolica, idrica o geotermica per ridurre l’uso di combustibili fossili e le emissioni di gas serra

c) STRATEGIA DI VENDITA: soluzioni finalizzate a favorire la commercializzazione dei nuovi prodotti attraverso attività volte all’innovazione della strategia promozionale nei mercati obiettivo, il ricorso a temporary export manager e digital export manager in affiancamento al personale aziendale, analisi e ricerche di mercato per l’individuazione di nuovi mercati e fornitori, sviluppo e rafforzamento dell’immagine aziendale e/o del brand, implementazione del sito web aziendale ai fini dello sviluppo di attività di promozione digitale dell’export, il marketing digitale attraverso uno o più canali digitali, business on line quale attività di innovazione del processo commerciale, social media marketing compreso l’utilizzo degli influencers, di storytellers e storytelling. Le spese relative alla strategia di vendita dovranno costituire almeno il 10% dell’importo dell’investimento complessivo ammissibile del Progetto.

Il costo totale ammissibile del progetto di investimento non deve essere inferiore ad Euro 25.000,00 per i progetti realizzati in forma singola e ad Euro 100.000,00 per i progetti realizzati in forma aggregata.

– – – – – –

Personale, per un importo riconosciuto forfettariamente nella

percentuale del 20% dei costi diretti dell’operazione, diversi dai costi del

personale;

strumenti, attrezzature; 

servizi di consulenza; 

brevetti, marchi e certificazioni;

materiali, forniture e prodotti analoghi; 

spese generali, calcolate con un tasso forfettario fino al 7% dei costi diretti

ammissibili.